Visita al Museo d’Inverno, nuova galleria d’arte contemporanea a Siena

Posted on: marzo 30th, 2017 by Hotel Ravizza in: - No Comments

Qual è il legame esistente fra una città come Siena, identificata con il medioevo e il Rinascimento, con l’arte contemporanea?

La risposta è nella presenza di gallerie d’arte e mostre che arricchiscono l’offerta culturale di Siena; tuttavia, i turisti non hanno un unico punto di riferimento quando visitano il centro e cercano informazioni su artisti ed eventi che non siano i più noti capolavori custoditi nei musei e nelle chiese senesi.

Per questo vi consigliamo di visitare il Museo d’Inverno, un progetto nato un anno fa con l’intento di far collaborare artisti nazionali e internazionali e promuovere con maggiore efficacia l’arte contemporanea a Siena.

Il museo si trova in Via Pian d’Ovile 29, sopra la Fonte Nuova, un bacino idrico storico costruito nel XIV secolo, e nasce da un’idea degli artisti Francesco Carone ed Eugenia Vanni, i quali sono riusciti a far convivere la dimensione internazionale dell’arte con l’aspetto territoriale, una componente fondamentale per Siena, città delle Contrade.

Il Museo d’Inverno, infatti, è ospitato nella Contrada della Lupa ed è proprio la collocazione a Fonte Nuova che connota un luogo antico di Siena come un punto di incontro fra artisti molto differenti che, di volta in volta, allestiscono mostre e opere site specific che costituiranno la collezione permanente di questa galleria d’arte.

La formula originale scelta da Carone e Vanni consiste nell’invitare gli artisti a presentare opere di altri attingendo alle proprie collezioni private, proponendo al contempo di allestire una mostra che metta in evidenza le relazioni fra l’ospite e il curatore.

Visita al Museo d'Inverno, nuova galleria d'arte contemporanea a Siena

Gli artisti invitati realizzano, inoltre, un’opera legata al Museo che ne completa l’aspetto estetico: Maurizio Nannucci, ad esempio, ha ideato la targa d’ingresso in ottone per l’inaugurazione del Museo d’Inverno nel 2016.
Questo progetto, chiamato Dìospero, ha portato alla realizzazione della project room, lo spazio visitabile anche in realtà̀ aumentata tramite l’app Layar, curato dall’artista greco Miltos Manetas, dimostrazione del riuscito connubio con le più recenti tendenze della sperimentazione in ambito digitale.

L’obiettivo del Museo d’Inverno è di trasformarsi, attraverso questa modalità di committenza, da galleria a collezione permanente, un punto d’incontro per gli appassionati di arte contemporanea a Siena.

Per le visite è necessario prenotare in anticipo contattando il numero 3487438845 oppure 3333082236, il sito ufficiale è www.museodinverno.com.

Nannucci mostra museo d'inverno Siena

Opera di Maurizio Nannucci per il Museo d’Inverno

Se cercate altri consigli su mostre da vedere, rimandiamo al post Quali musei di Siena visitare per quanto riguarda i luoghi più celebri.

lascia un commento

arrivo
partenza
persone
camere
Chiama
Prenota