Menù
Prenota
Prenota Chiamaci

Ti richiamiamo gratis

Inserisci il tuo numero per essere richiamato

Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 Italiana *

Compila tutti i campi obbligatori (*)
Messaggio inviato con successo
Invio...
Chiamatemi

Prenota Oline

Arrivo
15
dicembre 2019
15-12-2019
Partenza
16
dicembre 2019
16-12-2019
Oppure chiamaci
Ita
Cultura

Perché visitare la Basilica di Santa Maria dei Servi a Siena

Home > News > Perché visitare la Basilica di Santa Maria dei Servi a Siena
Postata il: 19 Luglio 2019

Uno dei luoghi che suggeriamo fortemente di includere in un percorso dedicato ai tesori di Siena è la basilica di San Clemente in Santa Maria dei Servi, posta sul colle che domina Valdimontone in piazza Manzoni, un vero e proprio belvedere da cui scattare foto con il proprio smartphone, ammirare il paesaggio circostante e preparare un itinerario di assoluta bellezza nel cuore della città.

Le origini del nome della Basilica

Il nome della basilica deriva dalla presenza dell’antica chiesa di San Clemente, che venne inglobata dai Serviti a partire dal 1250, quando questi cominciarono a costruire un nuovo convento grazie alle donazioni del comune e della famiglia Tolomei; i lavori, però, durarono tre secoli e fu consacrata nel 1533, sebbene la facciata non sia mai stata completata.

Proprio a causa della complessità dei lavori oggi la Basilica è costituita dal corpo longitudinale a tre navate in stile rinascimentale, il transetto e le cappelle in stile gotico e gli ari laterali aggiunti in età barocca. Il campanile, restaurato integralmente nel 1926, fu costruito invece in stile romanico, dunque all’interno della Basilica convivono in armonia differenti concezioni artistiche e dipinti di grande pregio fra cui la Madonna col Bambino detta del “Bordone” di Coppo di Marcovaldo, unica opera di questo autore.

Cosa vedere all’interno della chiesa

La curiosità relativa all’origine di questo quadro è che l’artista fiorentino partecipò alla battaglia di Montaperti e fu preso prigioniero dai vincitori senesi.
Per ottenere la libertà, non potendo pagare il riscatto, si impegnò a realizzare un dipinto che oggi tutti possono ammirare nella seconda cappella a destra della chiesa.

La figura iconografica di questa Madonna fu un’ispirazione per molti ri artisti senesi, mentre re opere suggestive qui conservate sono la Strage degli Innocenti e la Madonna col Bambino, Santi e committenti del quattrocentesco Matteo di Giovanni, esempi riusciti di armonia rinascimentale.

Infine, all’interno del chiostro cinquecentesco del convento si trova la Tomba di Matilde Manzoni, che morì a Siena a 26 anni a causa della tisi; proprio quando viveva a Siena teneva un diario che documentava la sua vita in Toscana, lontano dal padre Alessandro Manzoni e nel vivo ricordo della madre scomparsa, Enrichetta Blondel.

La Basilica di Santa Maria dei Servi è uno dei punti di riferimento per i viaggiatori che vogliono conoscere il volto più autentico della città del Palio e desiderano approfondire le origini della sua grandezza.

0Comments

    Leave a Comment

    Scegli come prenotare

    Scopri perché prenotare su questo sito conviene
    Prenotare su questo sito conviene
    4 motivi per scegliere il nostro relais
    Parcheggio Gratuito

    Un vantaggio che nessun altro può vantare in centro a Siena!

    Welcome Drink
    Wi-Fi Gratis
    Prezzo più basso garantito

    Solo prenotando direttamente dal sito hai la tariffa più conveniente.